Paesaggi, castelli e fiumi tra Pomarance e la Riserva Naturale di Berignone

Itinerario percorribile privo o con scarsa segnaletica

Alcune varianti visibili in mappa consentono  di personalizzare e ridurre la lunghezza dell’anello.

Per la presenza di numerosi guadi, Il percorso è sconsigliato dopo giorni di pioggia.

La discesa su sentiero tra Podere Casinieri e il masso delle Fanciulle, e il tratto del guado su torrente Possera, presentano un elevato grado di difficoltà a livello tecnico.

Panorami incantevoli, boschi sconfinati, dolci paesaggi e acque cristalline, avvistamenti di rapaci e, con un po’ di fortuna, anche del lupo: tutto questo in un solo itinerario, assolutamente da non perdere!

Prima di mettersi in cammino è d’obbligo una sosta nel  centro storico di Pomarance con la sua Pieve del XII secolo, la Piazza della Pretura ed i bei palazzi ottocenteschi di Via Roncalli tra i quali emerge la Casa Museo Palazzo Bicocchi, residenza borghese del XIX sec, il Palazzo Ricci con la Mostra permanente Guerrieri ed Artigiani (dalla Preistoria al Rina-scimento), oltre ai due raffinati teatri De Larderel e Dei Coraggiosi. 

Si parte quindi dal centro storico: qui la campagna, ancora viva con i suoi bei casolari, lascia la scena, sul fondovalle, agli importanti ecosistemi fluviali del Cecina e dei torrenti Fosci e Sellate.

Guadato il Cecina si segue il fondovalle del Fosci, con la vegetazione igrofila di pioppi e salici, fino a raggiungere la Riserva Naturale di Berignone; una strada – un vero e proprio tunnel nella foresta – ci porta alla collina di Casinieri, dove lo sguardo spazia verso la gola del Cecina, quella del Pavone e Rocca Sillana.

Si attraversano i luoghi più significativi della Riserva, per poi scendere verso le limpide acque del Fiume Cecina, dove il corso dell’acqua si stringe tra ammassi rocciosi, mostrando il suo volto più bello: siamo in uno degli ambienti fluviali più incantevoli e meglio conservati d’Italia, il Masso delle Fanciulle e il Masso degli Specchi, luogo ideale per immergersi in un bagno rigenerante.

Rientrando a Pomarance, tra un susseguirsi di superbi panorami, si passa ai piedi della magnifica Rocca Sillana, antica fortezza medicea che sovrasta la selvaggia valle del torrente Pavone, per raggiungere poi l’incantevole borgo di San Dalmazio e, attraverso una campagna dal sapore antico, ma pulsante di attività, si risale a Pomarance.