Monteverdi tra borghi, campagne e foreste

Itinerario percorribile privo o con scarsa segnaletica

L’itinerario parte dal paese di Monteverdi Marittimo, delizioso borgo medievale in posizione panoramica. Qui si possono visitare la Chiesa di Sant’Andrea e la cappella del Santissimo Sacramento con il suo Cristo Nero, crocifisso ligneo del XIV-XV secolo, così come il recente e interessante museo archeologico. Tutto l’abitato è attraversato dalle “rughe”, fitto reticolo di percorsi intevallato da piazzette e volte che si aprono su scorci suggestivi.

Il percorso risale campagne e boschi fino a Poggicciola, eccezionale belvedere verso il mare, la foresta di Caselli e l’entroterra. Il successivo tratto scende a valle e attraversa i torrenti Sterza e Rivivo, permettendo di immergersi nell’ambiente fresco e umido tipico delle forre, dove è possibile osservare la tipica vegetazione con ontano nero, frassino meridionale e la fauna fluviale.Una breve deviazione ci consente di raggiungere la suggestiva cascata di Caselli, luogo di quiete e di magia immerso nella natura.
Da segnalare la particolare foresta di cerro, con abbondante presenza di frassino meridionale (Fraxinus oxycarpa), considerata tra i boschi più interessanti d’Italia.

Lasciata la riserva ci si dirige verso Canneto, antica struttura difensiva ancor oggi circondata dalla cinta muraria. Questo piccolo borgo presenta una particolare forma ellittica e conserva numerose case-torri, così come la graziosa Pieve di San Lorenzo.