Il museo e l’antica miniera di Montecatini

Itinerario percorribile privo o con scarsa segnaletica e non perfettamente sgombro da vegetazione

Breve ma interessante passeggiata da collegare possibilmente alla visita della ottocentesca miniera di Rame e ovviamente allo straordinario borgo medievale. Si parte proprio davanti ai resti del principale pozzo di estrazione della miniera, Pozzo Alfredo, la cui torre domina l’area mineraria e offre una delle viste più spettacolari della Val di Cecina. La storia del borgo medievale di Montecatini Val di Cecina è legata alla sua Miniera di Rame che ha dato il nome ad una delle maggiori industrie del XX° secolo: la Montecatini S.p.A. divenuta poi Montedison. Gli Etruschi furono i primi a sfruttare le abbondanti risorse naturali di questa zona. Il complesso Minerario, racconta la storia degli uomini, la loro laboriosità e la loro intraprendenza. Il borgo minerario, ristrutturato ed ancora oggi in parte abitato, arricchisce di fascino la visita che acquista una suggestione unica durante l’apertura notturna.

La passeggiata arricchisce la visita della miniera e ci porta ad osservare un opera di straordinaria bellezza, la diga del Muraglione, costruita nel 1856 per le esigenze della miniera ma mai utilizzata. La diga è rientrata in un progetto di valorizzazione di sei dighe storiche d’Italia.

Gran parte in mezzo alla vegetazione e con punti panoramici verso il mare e la valle, l’itinerario è in ogni momento dell’anno una passeggiata da non perdere alla portata di tutti.