Il Campo ai Meli

Itinerario percorribile privo o con scarsa segnaletica

Il punto di partenza del percorso è raggiungibile dai borghi di Libbiano, Micciano e Serrazzano, percorrendo la strada sterrata di facile percorribilità che porta nella Riserva di Monterufoli.

Vicinissimo alla Villa di Monterufoli prende avvio una breve passeggiata, da percorrere a piedi o a cavallo, per conoscere antiche foreste e testimonianze di attività agricole.

Le aree coltivate e boschive sono particolarmente utili per la fauna che – puntualmente – è possibile osservare nei prati di Campo ai meli.

Vecchie piante da frutto testimoniano il loro passato agricolo, mentre la foresta, tutto intorno alla radura, ci regala presenze rare come quella del tasso (Taxus baccata) atipica conifera amante dell’ombra e del fresco, ornata da bacche rosse al posto delle pigne. Le foglie e i semi sono velenosi, da cui la pianta trae anche il nome di Albero della morte.

La sua presenza, insieme a quella di alloro e agrifoglio,  è interpretata come testimonianza della flora tropicale di prima delle glaciazioni.