Le terme etrusche del Bagnone e i borghi dell’alta Val di Cornia

Itinerario percorribile privo o con scarsa segnaletica e non perfettamente sgombro da vegetazione

Il tour riserva molte sorprese, prima fra tutte l’archeologia termale.

L’insediamento del Bagnone, scoperto recentemente, risale al III secolo a.C. e rappresenta un luogo estremamente interessante e affascinante, sia perché è l’unico esempio di terme etrusche nel territorio dell’antica Etruria, sia per il contesto paesaggistico in cui si inserisce, incastonato fra un torrente, ancora oggi alimentato da acque calde, e la selvaggia valle del Fiume Cornia.

L’itinerario prosegue addentrandosi lungo il fiume Cornia, per risale passando da La Leccia e infine da Sasso Pisano, entrambi borghi medievali ben conservati.

Al Sasso, sotto la spettacolare falesia sulla quale si erge il paese, è stato recentemente realizzato un piccolo stagno termale balneabile, dove ci si può felicemente godere un meritato relax.